Curiosità
Info e cast su imdb.com
 

ATTENZIONE!
Tutte le curiosità relative alle tantissime citazioni contenute nel film sono
state spostate nella sezione "Guida alle Citazioni di KIll Bill".

 Le riprese del film sarebbero dovute iniziare nella primavera del 2001, ma furono posticipate di un anno in seguito all'inaspettata seconda gravidanza di Uma Thurman. Le prime scene del film furono girate a Pechino nel Giugno 2002.

Per i 30 anni di Uma Thurman (22 Agosto 2000), Tarantino le regalò la sceneggiatura di Kill Bill e le offrì il ruolo di protagonista.

Durante i titoli di coda, compare la scritta: "Based on the character of The Bride created by Q&U". Q e U sono chiaramente le iniziali di Tarantino e della Thurman. Furono proprio il regista e la sua musa a tracciare per grandi linee la trama di Kill Bill sul set di Pulp Fiction nel lontano 1994.

Warren Beatty era già stato scritturato per il ruolo di Bill e aveva seguito il progetto di Tarantino durante tutto il lungo periodo di pre-produzione. In seguito al licenziamento dell'attore (per motivi tutt'oggi ancora non perfettamente chiari), Tarantino ignorando le pressioni della Miramax che avrebbe preferito Kevin Costner (che invece venne poi ingaggiato per girare "Terra Di Confine - Open Range") scritturò David Carradine, uno dei suoi tanti idoli di gioventù, veterano del cinema di serie B e protagonista di "Kung Fu", telefilm culto degli anni '70. Tarantino aggiunse in seguito che se Bill fosse stato interpretato da Beatty, il personaggio sarebbe stato più simile a un "cattivo James Bond".

La DiVAS (Deadly Viper Assassination Squad) trae origine dalla Fox Force Five (in italiano: Volpi Forza Cinque) la squadra di detective tutta al femminile protagonista della sfortunata serie televisiva che avrebbe segnato il debutto di Mia Wallace sul piccolo schermo. La differenza sostanziale tra le due squadre sta nel fatto che le componenti della FFF sono semplici investigatrici private (simili alle "Charlie's Angels") mentre le vipere mortali sono spietati assassini.

Nella sceneggiatura originale, il capo dell'esercito personale di O-Ren non è Johnny Mo, ma un tenebroso americano di nome Mr. Barrel.
Mr. Barrel era solito portare una maschera di Kato attaccata a un bastoncino, come quelle usate nelle feste da ballo del '700 per evitare che l'elastico gli scompigliasse i capelli. Durante lo scontro alla Casa delle Foglie Blu, la Sposa riesce a convincerlo che non vale la pena rischiare la vita per proteggere O-Ren, così l'uomo, affascinato dalla bellezza della Sposa accetta il suo consiglio e abbandona il locale, mandando O-Ren su tutte le furie. Se lo script non avesse subito alcuna modifica Mr. Barrel sarebbe stato interpretato da Michael Madsen.

Gli attori Jun Kunimura (boss Tanaka), Yuki Kazamatsuri (la padrona della Casa delle foglie blu), Shun Sugata (Boss Benta), Yoshiyuki Morishita (il tizio che cerca di abbordare Go Go al bar) e il "sosia" di Charlie Brown, Sakichi Sato erano apparsi nel film "Ichi The Killer" (titolo originale: "Koroshiya 1") del 2001, capolavoro del regista giapponese Takashi Miike. Sato non solo prese parte al film di Miike in veste di attore ma collaborò anche alla stesura della sceneggiatura.

Per dare al film il tipico aspetto dei film cinesi di arti marziali degli anni '70, Tarantino diede al direttore della fotografia, Robert Richardson, una lista lunghissima di film da vedere, inclusi quelli del pioniere del genere, Cheh Chang e quelli prodotti dalla Shaw Brothers. Tarantino, inoltre, insistette affinché gli schizzi di sangue, venissero realizzati, non in modo digitale ma alla vecchia maniera: preservativi pieni di sangue finto che esplodevano all'impatto.

La miniatura della città di Tokyo, utilizzata durante la scena dell'atterraggio dell'aereo sul quale viaggia la Sposa, era già stata vista nel film "Godzilla" (2001).

Secondo alcune fonti insistenti circolate dopo l'uscita del film, Quentin Tarantino avrebbe dichiarato in un' intervista che la katana usata dalla Sposa in Kill Bill è la stessa katana utilizzata da Butch in Pulp Fiction. Questa notizia è chiaramente falsa perchè se si guarda con attenzione la vecchia katana del negozio di Maynard si vede subito che non è affatto la stessa arma forgiata da Hanzo.

In base alla spiegazione data dal regista, l'Hattori Hanzo di Kill Bill sarebbe un diretto discendente dell'Hattori Hanzo protagonista della serie televisiva "Hattori Hanzo: Kage no Gundan" (Titolo USA: "Shadow Warriors”) del 1980, sempre interpretato da Sonny Chiba.

Kill Bill originariamente non prevedeva nessuna scena in bianco e nero, ma in seguito alle minacce di censura, Tarantino pensò di avvalersi di questo escamotage già utilizzato dalle reti televisive americane negli anni '70 e '80 per rendere meno cruente le scene violente dei film di kung fu.

Quando la Sposa spiega a Vernita che per ottenere una vera vendetta nei suoi confronti, dovrebbe ucciderle anche la figlia e il marito, utilizza la parola "quadratura" e traccia con le dita un quadrato immaginario.
Mia Wallace fa un gesto simile a questo in Pulp Fiction, ma le serve per esprimere un concetto totalmente differente.

Michael Parks interpreta lo sceriffo Earl McGraw, personaggio apparso per la prima volta in "Dal Tramonto All'Alba" (Titolo originale: From Dusk Till Dawn), film diretto da Robert Rodriguez ma sceneggiato e interpretato da Tarantino. Il figlio di Parks, James, interpreta lo stesso ruolo interpretato in “From Dusk Till Dawn 2: Texas Blood Money (1999), ovvero suo figlio Edgar McGraw. Padre e figlio ricompariranno anche in entrambi gli episodi di Grind House.

Secondo alcune fonti non confermate, fra i Crazy 88 sdraiati a terra dovrebbe esserci anche Quentin Tarantino, ma nessuno finora è mai riuscito ad individuarlo con certezza.

Gli ideogrammi giapponesi sullo sfondo della locandina si pronunciano kirubiru e significano Kill Bill in giapponese.

Tarantino ha affermato che se Bruce Lee fosse stato vivo avrebbe sicuramente fatto parte del cast di Kill Bill.

La targhetta con la scritta “The Bells” sulla cassetta delle lettere di Vernita Green è stato regalato da Tarantino a Zoë Bell la controfigura di Uma Thurman. Zoë ha poi regalato l'insegna ai suoi genitori.

La suoneria del cellulare di Sofie Fatale è il famoso brano "Auld Lang Syne" (pezzo suonato spesso durante la notte di Capodanno), precisamente la frase: "Should old acquaintance be forgot" (in italiano: "una vecchia conoscenza dovrebbe essere dimenticata"). Questo particolare non può che essere un ironico riferimento al legame passato tra le vipere mortali e la Sposa.

In tutti i trailer il sangue sulla tuta della Sposa è nero per evitare che la MPAA (Motion Picture Association of America) li vietasse ai minori.

Durante le riprese, Chiaki Kuriyama colpì accidentalmente la testa di Tarantino con la palla di ferro.

Per convincere il direttore della fotografia Robert Richardson a lavorare con lui, Tarantino gli inviò la sceneggiatura del film il giorno di san Valentino del 2002 insieme a un mazzo di rose.

La Pussy Wagon appartiene a Quentin Tarantino. Il regista utilizzò la vettura come macchina di ogni giorno per promuovere l'uscita del volume 2. La Pussy Wagon è comparsa, inoltre, nel video del singolo "I'm Really Hot" (2004) di Missy Elliott e in quello di "Telephone" (2010) di Lady Gaga .

Il vero nome della Sposa si legge sul biglietto aereo.

Dietro al bancone del sushi bar di Hanzo è affissa la scritta: "zuì shēng mèng sĭ" (醉 生 梦 死 ) che significa letteralmente "drunken haze", ovvero lo stato confusionale tipico di chi ha esagerato con l'alcol.

Zoë Bell, la straordinaria controfigura di Uma Thurman, è riuscita davvero a tagliare al volo la palla lanciata da Hanzo (chiaramente non in due parti perfettamente uguali).

Quando Chiaki Kuriyama venne in America per promuovere il film, Tarantino la portò un giorno a Disneyland.

A quanto pare, sarebbe stato un racconto di Uma Thurman a ispirare le famose scene dei bruschi risvegli nei film di Tarantino (la Sposa che si sveglia dal coma, Mia Wallace dopo l'iniezione di adrenalina e Butch dopo il flashback dell'orologio e il risveglio al motel). La Thurman avrebbe raccontato all'amico regista che anni prima, durante le riprese del film "Il barone di Munchausen"assistette al risveglio incredibilmente rapido e violento di una tigre che era stata precedentemente sedata. [Trivia tradotto dal libro Kill Bill - an unofficial casebook di DK Holm]

Michael Bowen, l'attore che interpreta l'infermiere Buck, è il fratellastro di David Carradine. Bowen, figlio di Micahel Bowen Sr. e Sonia Sorel, viene considerato un membro della famiglia Carradine dal momento che sua madre Sonia è stata la moglie di John Carradine (padre di David) dal 1945 al 1956 (dalla loro unione sono nati i figli Keith e Robert). [Trivia tradotto dal libro "The Kill Bill Diary" di David Carradine]

Sulle suole delle Onitsuka Tiger della Sposa si legge la scritta FUCK U.

Gli ideogrammi che compaiono sullo schermo nel menù iniziale del dvd sono caratteri giapponesi chiamati kanji e hiragana e si leggono: ”hana yome ga kuru, hana yome ga kuru” e significano: "la Sposa sta arrivando, la Sposa sta arrivando".

La stessa cartina animata era apparsa anche in Jackie Brown.

Tarantino decise di offrire il ruolo di O-Ren a Lucy Liu perchè era rimasto molto colpito dall'interpretazione dell'attrice nel film "Shangai Noon" (titolo italiano: "Pallottole Cinesi" del 2000 ) con Jackie Chan e Owen Wilson.

Nella sceneggiatura originale, Gogo è affiancata dalla sorella minore Yuki.
Gogo non pronuncia neanche mezza parola durante la sua breve apparizione alla Casa delle Foglie Blu e questo fa di lei un personaggio abbastanza marginale. Dopo aver appreso la notizia della morte della sorella, Yuki, va in cerca della Sposa negli Stati Uniti per potersi vendicare e sarà la protagonista del bellissimo capitolo mai girato: "Yuki's revenge". Per il ruolo di Yuki, Tarantino aveva pensato alla giovane attrice giapponese Kou Shibasaki, la perfida Mitsuko Souma di Battle Royale, film cult del 2000 del maestro Kinji Fukasaku. [Per saperne di più leggi la traduzione italiana del capitolo "Yuki's Revenge"]

Julie Dreyfus gode di una grande popolarità in Giappone dove è nota al pubblico non solo come attrice ma anche come scrittrice e presentatrice televisiva. Quentin Tarantino e Julie si incontrarono per la prima volta durante un festival cinematografico in Giappone durante gli anni '90 e da allora sono rimasti ottimi amici (secondo i ben informati, i due avrebbero avuto anche una breve relazione sentimentale). Tarantino ha raccontato di aver visto il volto della Dreyfus su alcuni cartelloni pubblicitari a Tokyo poco prima del loro primo incontro (non a caso, il regista ha voluto proprio la sua amica come "testimonial" dell'enorme manifesto delle sigarette Red Apple). La Dreyfus non si limitò a recitare il ruolo di Sofie Fatale, ma fu una preziosa collaboratrice durante la selezione del cast giapponese e addirittura suggerì a Tarantino l'utilizzo dei brani “The Chase” e “The Sunny Road To Salina” (sui quali il padre, produttore musicale, deteneva i diritti).

Il nome Gogo Yubari deriva da "Mach Go! Go! Go!" (conosciuto negli Usa col titolo di "Speed Racer" e in Italia col titolo di "Superauto Mach 5") cartone animato giapponese che piaceva a Tarantino quand'era bambino, e dalla piccola città giapponese Yubari, situata nell'isola di Hokkaido. La prima città giapponese che Tarantino visitò fu proprio Yubari per presentare "Reservoir Dogs" al Yubari International Fantastic Film Festival.

Il breve video "Our Feature Presentation" sarebbe stato preso dai dvd
prodotti dalla Grindhouse Releasing, la compagnia di proprietà del direttore del montaggio Bob Murawski e Sage Stallone.

Il pugnale dalla Sposa è un Sog modello Desert Dagger.

Il significato della storiella sconcia raccontata da uno dei Crazy 88 è stato avvolto per molti anni dal mistero. Secondo molti, il ragazzo starebbe raccontando di un incontro con una donna che in seguito si sarebbe rivelata essere un travestito, secondo altri, starebbe raccontando la storia di Eloise narrata da Nice Guy Eddie in Reservoir Dogs. In realtà, il ragazzo sta solo mimando un rapporto orale che vedeva impegnata una donna non proprio giovanissima. Non è chiaro se il protagonista maschile della storia sia lo stesso crazy 88 o se quest'ultimo si sia limitato a riportare una scena che aveva visto.
[Un grazie speciale alla gentilissima Mizuho Tomita per la traduzione]

Julie Manase (vero nome Juri Manase), l'attrice che interpreta la ragazza Crazy 88, è figlia di Sonny Chiba. Julie, ricoprì anche il ruolo di coordinatrice di arti marziali durante il duro allenamento al quale si sottopose il cast prima dell'inizio delle riprese.

La Sposa guida una Kawasaki ZZR 250.

I Crazy 88 guidano delle Yamaha Fazer FZS 600.

Dietro la Pussy Wagon si cela una Chevrolet C-2500 Crew Cab Silverado.

L'auto dello sceriffo McGraw è una Chevrolet Caprice del 1987.

L'auto sulla quale viaggiano O-Ren e Gogo è una Mercedes-Benz S 500 mentre quella guidata da Sofie Fatale è una Nissan Fairlady Z.

Durante la battaglia alla House Of Blue Leaves Uma indossa le Onitsuka Tiger modello Tai Chi (calzate anche da Bruce Lee in "Game of Death" nel 1973) gialle con le strisce nere, mentre durante lo scontro con Vernita Green e quando riceve la spada da Hanzo, Uma indossa le Onitsuka Tiger modello Mexico 66 bianche con le strisce rosse e azzurre.

Secondo alcune fonti, la tuta indossata dalla Sposa sarebbe stata prodotta dalla Mooto, nota marca coreana di articoli sportivi. [Segnalato da pgb]

La casa di Vernita Green è situata al 5504 di Atlas Strett nella piccola città di South Pasadena (poco più a sud della città di Pasadena della quale un tempo faceva parte) nella contea di Los Angeles in California.

[clicca sulla cartina per ingrandire]

La scena in ospedale è stata girata all'interno del "St Luke's Medical Center", situato al 2632 di East Washington Boulevard nella città di Pasadena nella contea di Los Angeles in California.

[clicca sulla cartina per ingrandire]

Il sushi bar di Hattori Hanzo è stato costruito all'interno dei famosi "Beijing Film Studios" a Pechino, in Cina.

Anche la House Of Blue Leaves è stata totalmente costruita all'interno dei "Beijing Film Studios". Il set fu realizzato prendendo come ispirazione il ristorante "Gonpachi", situato al 1-13-11 nel distretto di Nishi-Azabu nel quartiere di Minato a Tokyo.

[clicca sulla cartina per ingrandire]

Durante la scena che precede l'arrivo alla House Of Blue Leaves, O-Ren e la sua banda attraversano il famoso "Rainbow Bridge", situato nel quartiere di Minato a Tokyo.

[clicca sulla cartina per ingrandire]

Sempre durante la medesima scena, la Sposa sfreccia sulla Yasukuni Dori, famoso viale situato nel quartiere di Shinjuku, a Tokyo (la scena in questione dovrebbe essere stata girata nella parte iniziale del lungo viale, quindi dal lato opposto rispetto al punto segnato sulla mappa).

[clicca sulla cartina per ingrandire]

L'incrocio al quale si fermano la Sposa e Sofie Fatale non si trova a Tokyo ma a Los Angeles. La strada sulla quale si trovano è, infatti, la West 2nd Street (poco prima dell'ingresso in galleria) mentre quella che la attraversa è la Figueroa Street.

[clicca sulla cartina per ingrandire]

Vernita Green spara alla Sposa attraverso una scatola di cereali Kaboom. I Kaboom erano dei cereali prodotti dalla General Mills composti da fiocchi di mais a forma di piccole facce di clown sorridenti e marshmallows a forma di orsi, leoni, elefanti e stelle. La mascotte era un clown sorridente. Prodotti per la prima volta nel 1969, furono molto popolari tra gli anni '70 e '80. Dal 2010 i Kaboom sono ormai fuori produzione.

La frase "silly rabbit, trix are for kids" (detta contemporaneamente dalla Sposa e da ORen poco prima dell'ingresso dell'esercito di crazy 88 alla House Of Blue Leaves) non è altri che lo slogan pubblicitario di una famosissima marca di cereali per la prima colazione: i cereali Trix. Il protagonista di questa longeva serie di spot è un coniglietto che cerca in ogni modo di rubare i cereali ai bambini che, però non si lasciano mai ingannare e alla fine lo rimproverano dicendogli appunto:
"Silly rabbit, Trix are for kids!" ("Sciocco coniglio, i Trix sono per i bambini!"). Molto probabilmente O-ren e la Sposa erano solite ripetere questa frase per scherzo quando erano ancora amiche e lavoravano insieme per Bill.
Se si fa attenzione, inoltre, si nota subito una certa assonanza tra lo slogan
e il vero nome della Sposa (Beatrix Kiddo).

La voce insistente secondo la quale il killer che uccide il padre di O-Ren (chiamato nei titoli di coda Pretty Riki) in realtà sia Bill, da anni divide l'opinione dei fans. La notizia non è mai stata nè confermata nè smentita (anche se c'è chi giura di aver letto un'intervista dove David Carradine lo confermava) quindi non è possibile affermare nulla con certezza ma si possono comunque analizzare alcuni aspetti interessanti.
- La somiglianza
In un'inquadratura in particolare il personaggio animato non somiglia per niente a David Carradine, anzi ha un aspetto decisamente orientale, ma in molte altre scene sembra totalmente diverso e in alcuni momenti si deve ammettere che ricorda vagamente l'attore da giovane.

E' pur vero che neanche le versioni animate di O-Ren e della Sposa sono molto somiglianti a Lucy Liu e alla Thurman, quindi la questione della somiglianza perfetta risulta irrilevante.

- L'età
Secondo alcuni, il killer del padre di O-Ren dimostrerebbe al massimo una trentina d'anni, e non 42, l'età che avrebbe dovuto avere Bill in quel periodo. Credo sia improbabile capire con esattezza l'età di un personaggio di un cartone animato, ma onestamente in alcuni primi piani Pretty Riki non ha certo l'aspetto di un ventenne (il suo viso è segnato da non poche rughe), e comunque lo stesso Bill in carne e ossa non dimostra i suoi 62 anni suonati, quindi è possibile che anche la sua probabile versione animata abbia questa stessa caratteristica.

- Il nome
Se si tratta di Bill perchè viene chiamato in un altro modo?
E' possibile che Tarantino abbia volutamente aggiunto un alone di mistero intorno a questo personaggio per renderlo più interessante e soprattutto per far scervellare i fans. Pretty Riki mi suona comunque come un soprannome.
E' possibile che Bill venisse chiamato così in Giappone?
- I dettagli
Lo spettatore non può fare a meno di notare alcuni oggetti e caratteristiche del personaggio perchè vengono evidenziate con lunghe pause e primissimi piani di certo non casuali.
La preziosa katana del killer potrebbe essere una delle lame di Hanzo dal momento che viene particolarmente enfatizzato l'incredibile bagliore quasi mistico che sembra emanare.

I grossi anelli indossati da Pretty Riki non sono quelli indossati da Bill durante il film ma, testimonierebbero la sua abitudine di portare anelli molto vistosi e particolari.

Infine, l'utilizzo del fazzoletto di stoffa per ripulire con meticolosità la katana, il fatto di essere contemporaneamente un ottimo tiratore (centra in pieno la bottiglia),

un esperto di arti marziali (con un calcio impeccabile fa volare il sigaro) un grandissimo esperto dell'arte della katana e soprattutto un sadico assassino sono tutte altre caratteristiche che lo accomunano a Bill in modo indiscutibile.

- O-Ren
Se Bill si fosse davvero macchiato dell'omicidio del padre di O-Ren, come è possibile che la ragazza si sia in seguito unita al suo gruppo di killer?
In verità la piccola O-Ren non ha mai visto il viso dell'assassino perchè era nascosta sotto il letto, quindi è possibile che non abbia mai saputo la verità.
Questa spiegazione, in effetti potrebbe sembrare a molti poco realistica, considerando che O-Ren non sembrerebbe affatto essere una ragazza talmente ingenua da ignorare per tanti anni un segreto del genere.
Probabilmente O-Ren era a conoscenza dei fatti ma essendo diventata anche lei una killer a pagamento, proprio come Bill, avrà imparato per esperienza personale che i sicari non hanno niente contro le loro vittime ma si limitano solo a eseguire gli ordini. Chissà, forse O-Ren avrà deciso di cancellare ogni rancore proprio in nome di questa solidarietà fra colleghi.

- Hattori Hanzo
E', infine, possibile che il disprezzo di Hanzo nei confronti del suo ex allievo derivi proprio dalla decisione di questi di utilizzare i suoi insegnamenti e la sua spada per schierarsi dalla parte di uno spietato boss della yakuza.

Uma Thurman aveva dato alla luce il figlio Levon appena 3 mesi prima l'inizio dei durissimi tre mesi di allenamenti che precedettero l'inizio delle riprese. Durante le pause, la Thurman era solita correre dal piccolo per allattarlo. La collega Julie Dreyfus, in un'intervista, dichiarò di essere rimasta molto colpita dall'incredibile energia e forza d'animo dimostrate dalla Thurman in quel particolare periodo della sua vita. ("She was nursing when she was training. I don't know how she did it.").

Tetsuro Shimaguchi, che nel film interpreta Miki (il primo crazy 88 affrontato dalla Sposa) è un famoso maestro di spada giapponese. Shimaguchi prese parte al film non solo in veste di attore ma anche come allenatore di "kenjutsu".

L'attore e stuntman Kenji Ohba che nel film interpreta l'aiutante calvo di Hanzo, è un grandissimo amico di Sonny Chiba.

Jonathan Loughran, l'attore che veste i panni del camionista (personaggio che ricomparirà anche in Death Proof), è da molti anni l'assistente personale dell'attore Adam Sandler. Loughran ha preso parte a svariati film di Sandler ricoprendo piccoli ruoli.

Alcuni oggetti d'arredamento disposti nell'appartamento di Vernita (in particolare dovrebbe trattarsi del quadro appeso sopra lo stereo e dei piatti commemorativi riposti sulla libreria) sono stati realizzati dall'artista Rodney Grier, fratello di Pam.

Per girare il duello finale sulla neve tra la Sposa e O-Ren furono necessarie ben 8 settimane di riprese.

Il piano sequenza alla House Of Blue Leaves fu provato per circa 6 ore e in seguito girato per ben 17 volte. Secondo un'indiscrezione, l'operatore addetto alla steadicam Larry Mc Conkey sarebbe svenuto sul set per lo sfinimento.

Il sangue di Sofie sporca "accidentalmente" la telecamera. Anche in Reservoir Dogs, la telecamera era stata bagnata dalla benzina versata da Mr. Blonde sul poliziotto.

Durante la cerimonia in presenza di tutti i boss della yakuza, O-Ren indossa un elegante kimono nero chiamato "kurotomesode". Secondo la tradizione giapponese, il kurotomesode è riservato solo ed esclusivamente alle donne sposate e va indossato solo in occasioni molto formali come cerimonie, visite ai tempi o matrimoni.

Il 4 Giugno 2009, l'attore David Carradine venne ritrovato morto impiccato all'interno della sua camera d'albergo a Bangkok dove si trovava per girare il film "Stretch". Dopo alcune speculazioni iniziali (si disse che l'attore aveva scoperto di essere malato e in seguito che addirittura non accettasse l'avanzare degli anni) la polizia rivelò che secondo le loro indagini, l'attore era rimasto vittima di un gioco di asfissia autoerotica finito in tragedia. La famiglia Carradine non ha mai accettato nè l'ipotesi del suicidio nè quella del gioco autoerotico.

"The House Of Blue Leaves" è anche il titolo di una commedia del 1966 scritta da John Guare.

Il nome Budd dovrebbe essere un omaggio al regista Budd Boetticher.

Il bellissimo documentario del 2004 intitolato "Double Dare", incentrato su alcuni momenti della vita delle straordinarie stuntwomen Zoë Bell e Jeannie Epper, mostra interessanti scene inedite girate durante la realizzazione di Kill Bill (viene mostrato il primo incontro tra Tarantino e Zoë, il momento in cui Zoë riceve la notizia di essere stata scelta come controfigura di Uma e svariate scene che la vedono impegnata durante le riprese).

In una scena dell'episodio "My Female Trouble" (titolo italiano: "I Miei Guai Con Le Donne") del telefilm "Scrubs" (Episodio 10 / Stagione 4), andato in onda il 16 Novembre 2004 si assiste a una chiara ed esilarante parodia di Kill Bill. In questa puntata, infatti, Jordan affronta, in uno degli innumerevoli sogni ad occhi aperti di J.D., l'odiosa avvocatessa Nina in un duello a colpi di katana.

Nell'episodio "Ted Koppel's Big Night Out" (titolo italiano: "Una Partita Difficile". Episodio 9 / Stagione 4) del telefilm "Gilmore Girls" (in Italia: "Una Mamma Per Amica"), andato in onda il 18 Novembre 2003, il film viene nominato da Lorelai. ("Do you have a samurai sword under those pom-poms, Mom, because you are going to have to Kill Bill me to get me into that jacket?").
---
Nell'episodio "Pulp Friction" (titolo italiano: "Una Coppia Libera". Episodio 17 / Stagione 5), andato in onda l'8 Marzo 2005, Rory partecipa ad una festa in maschera ispirata ai film di Tarantino vestendo i panni di Go Go Yubari.

Nell'episodio "Piggy Piggy" del telefilm "American Horror Story" (Episodio 6 / Stagione 1), durante il flashback del massacro compiuto da Tate, il ragazzo fischietta il brano "Twisted Nerve" proprio come fa Elle Driver durante la scena in ospedale (lo stesso brano si sente anche in altri episodi sempre durante i flashback degli omicidi commessi da Tate).

Nel film demenziale "Date Movie" del 2006, Alyson Hannigan veste i panni della Sposa durante un suo improbabile (e abbastanza ridicolo) sogno ad occhi aperti.

Nell'episodio di "American Dad" intitolato: "Escape from Pearl Bailey" (Episodio 5 / Stagione 4. Andato in onda il 9 Novembre 2008), Steve decide di vendicare l'umiliazione subita dalla sua ragazza Debbie tramite una preziosa katana donatagli dal suo amico giapponese Toshi ma poco dopo ci ripensa e decide di consegnarla a un banco dei pegni che somiglia in tutto e per tutto a quello del sadico Maynard di Pulp Fiction.

La vendetta di Steve, inoltre, è divisa in capitoli come in Kill Bill.

---
Nell'episodio "Tears Of A Clooney" (Episodio 23 / Stagione 1), Francine indossa una tuta da motociclista gialla a strisce scure e un casco abbinato, proprio come la Sposa nel volume 1. Inoltre la scena al semaforo ricorda quella simile con la Sposa e Sofie Fatale (poco prima dell'ingresso di O-Ren alla House of Blue Leaves).

Nell'episodio intitolato "Quentin Tarantino Performs a Circumcision" (Episodio 36) dell'irriverente webserie "Seth Mac Farlane's Cavalcade of Cartoon Comedy", Tarantino, tramite una katana di Hanzo, esegue una grottesca circoncisione a un malcapitato bebè.

Nell'episodio dei Simpsons "The Boys of Bummer" (Episodio 18 / Stagione 18) andato in onda il 29 Aprile 2007, la moglie del reverendo Lovejoy si appropria del materasso dei Simpsons e insieme al marito si precipita a casa, sulle note del brano "The Green Hornet", (originariamente la sigla del telefilm omonimo con Bruce Lee) uno dei brani più famosi della colonna sonora di Kill Bill.

---
Il titolo dell'episodio dei Simpsons, "Kill Gil, Volumes I & II" (Episodio 9 / Stagione 18. Andato in onda il 17 Dicembre 2006) è un chiarissimo riferimento al film di Tarantino.

---
Durante l'episodio dei Simpsons "The Falcon and the D'ohman" (Episodio 1 / Stagione 23. Andato in onda il 25 Settembre 2011) compare in una breve scena la versione animata di Go Go Yubari.

---
Nell'episodio dei Simpsons "Mommie Beerest" (Episodio 7 / Stagione 16) andato in onda il 30 Gennaio 2005, tra i film in programmazione al cinema dove si recano Homer e Marge compare anche "Kill Bill Maher" (Bill Maher è un comico e conduttore televisivo americano), altro riferimento al film di Tarantino.

Gli errori intenzionalmente evidenti e spesso grossolani presenti nel film (basti pensare, ad esempio, alle macchie di sudore o sangue sugli abiti della Sposa che cambiano forma ad ogni inquadratura, ai capelli della Sposa che in alcuni momenti sono più lunghi e in altri più corti o alla death list five, diversa in ogni scena) vanno interpretati come un ennesimo omaggio ai film del genere exploitation. In quelle pellicole, infatti, il budget limitato spesso impediva di rigirare scene piene zeppe di errori macroscopici.

Nel corso del film lo spettatore si trova davanti a una serie di scene e situazioni poco realistiche se non addirittura surreali (basti pensare al sangue che schizza dalle ferite come da piccoli geyser, alla totale assenza delle forze dell'ordine, al tempo di ripresa brevissimo della Sposa dopo ben 4 anni di coma, alla forza sovrumana dimostrata dalla protagonista, all'aereo che sembra atterrare a pochi metri dalla città, ai "porta katana" montati sui sedili dell'aereo e su quelli delle moto, alla nonchalance con la quale la gente a Tokyo può andare in giro con una spada da samurai in mano...). Questi elementi collocano senza alcun dubbio le vicende della Sposa all'interno del cosiddetto "movie movie universe", una sorta di
"universo parallelo" (nato dalla sfrenata fantasia del regista) dove tutto può accadere.

Con l'espressione "The Whole Bloody Affair" non si intende altro che la versione integrale di Kill Bill (la director's cut). Questa versione comprende chiaramente entrambi i volumi ma anche 7 minuti in più aggiunti alla sequenza animata e numerose altre piccole differenze. Kill Bill The Whole Bloody Affair è stato proiettato soltanto al festival di Cannes nel 2006 (senza la versione estesa della scena animata) , il 27 Marzo e il 2 Aprile 2011 al New Beverly Cinema di Los Angeles (Tarantino è il proprietario dell'edificio che ospita questo storico cinema dal 2007) e infine il 21 e 22 Giugno 2013 all'International House di Philadelphia. Il meraviglioso poster di TWBA realizzato da Tyler Stout fu commissionato in segreto dal team di produttori e amici di Tarantino per commemorare la proiezione del film a Los Angeles ma anche come sorta di regalo di compleanno per il regista (la prima del film e il compleanno di Quentin, infatti, finirono col coincidere).

In base a quanto riportato da diversi spettatori giapponesi, le pronunce giapponesi di Uma Thurman e di Lucy Liu sarebbero ben lontane dalla perfezione. In molti casi, le frasi in lingua giapponese pronunciate dalle due attrici risulterebbero addirittura esilaranti. Il giapponese di Julie Dreyfus, invece, è a detta di tutti, assolutamente impeccabile.

Tra le tante incredibili abilità della Sposa, a quanto pare, ci sarebbe anche la capacità di saper leggere la linea della vita che solca i palmi delle mani.
E' proprio grazie a questa sua conoscenza, infatti, che la donna riesce a capire in pochi istanti quanti anni sono trascorsi dall'inizio del suo lungo coma.

Dopo essere stato colpito nel 2011 da un grave ictus che gli causò la parziale paralisi del corpo e lo costrinse a un lungo e difficoltoso periodo di riabilitazione, l'attore cinese Gordon Liu (interprete sia di Johnny Mo che di Pai Mei) sembrerebbe finalmente essersi avviato verso la guarigione.
[Notizia del 13 Gennaio 2014]
.

Durante l'atterraggio a Tokyo e durante la breve scena all'aeroporto, vengono inquadrati due manifesti delle sigarette Red Apple, la marca tarantiniana per eccellenza.

In questo film fanno il loro esordio due marche tarantiniane: la bibita energetica G.O. (vista su un manifesto durante l'atterraggio a Tokyo) e la compagnia aerea Air O (la compagnia aerea scelta dalla Sposa per i suoi viaggi in Giappone).

In una scena, Charlie Brown viene inquadrato con in mano un vassoio pieno di birre Tenku. Questa marca immaginaria che, inizialmente avrebbe dovuto avere maggiore visibilità, viene pubblicizzata anche tramite un manifesto visto durante l'atterraggio a Tokyo e in seguito durante l'interrogatorio di Sofie Fatale.

In realtà, per quel che riguarda quest'ultima scena, è possibile scorgere il marchio della birra solo nelle immagini promozionali e del making of.

[Per ulteriori curiosità visita la pagina Tarantino's Brands]

Durante la visione del film non è possibile non notare alcuni tipici "marchi di fabbrica tarantiniani" come i primi piani dei piedi, la ripresa dal bagagliaio e le numerosissime riprese dall'alto (God Eye Point Of View).

[Per ulteriori marchi di fabbrica tarantiniani visita la pagina "Trademarks"]

La prima serie di action figures prodotte dalla Neca (composta dalle statuine della Sposa, Go Go Yubari e 4 Crazy 88 compreso Tarantino) avrebbe dovuto comprendere anche O-Ren Ishii ma a quanto pare, Lucy Liu non rimase affatto soddisfatta dalle fattezze della statuina che la raffigurava e l'action figure non entrò mai in produzione.

La Neca mise in vendita anche la replica dell'originale portachiavi della Pussy Wagon e in seguito realizzò la riproduzione della vettura vera e propria in edizione limitata (solo 2000 pezzi).

Nel 2013 l'azienda Play Toy ha messo in commercio una stupenda action doll della Sposa in scala 1/6. L'action figure oltre a riprodurre molto fedelmente le fattezze della Thurman risulta incredibilmente realistica e molto dettagliata.

La "Funko Pop!" ha realizzato una serie di statuine in vinile che raffiguranti la Sposa, Bill, O-Ren, Go Go e un Crazy 88.

La serie tanto attesa sarà disponibile dal 2014.

Il portapranzo di Nikki, a quanto pare, era un oggetto di scena del film
"Spy Kids 2 – L’isola Dei Sogni Perduti" di Robert Rodriguez del 2002.

Secondo quanto dichiarato in seguito dalla stesso Tarantino, la suddivisione del film in due volumi avrebbe di fatto penalizzato Uma Thurman causandole la mancata nomination come migliore attrice protagonista agli Oscar 2004.

Il film ottenne diverse nominations importanti (ma nessuna da parte degli
Academy Awards che lo snobbò totalmente), come quella a Uma Thurman ai
Golden Globes, ma in fin dei conti il numero di riconoscimenti ottenuto fu
alquanto esiguo. In compenso, il film trionfò agli Mtv Movie Awards 2004 ottenendo ben quattro premi: Best Female Performance (Uma Thurman), Best Villain (Lucy Liu), Best Fight (Uma Thurman e Chiaki Kuriyama) e Best Hero (Uma Thurman).

La straordinaria lotta in soggiorno tra la Sposa e Vernita Green valse alle due stuntwomen Zoë Bell (controfigura di Uma Thurman) e Angela Meryl (controfigura di Vivica Fox) due nominations ai World Stunt Awards del 2004.

In uno dei trailer del film, si vede per un breve istante un' inedita Elle Driver dirigersi furibonda verso l'uscita dell'ospedale dopo aver ricevuto l'ordine di Bill di non uccidere la Sposa.